Back to top ↑

L'AZIENDA

Fu negli anni 20 che Pasquale Celli fondò la sua azienda e creò il Marchio Avon, nel 1922 per la precisione. Pasquale Celli era un uomo pieno di ingegno, di una simpatia irresistibile. Amava molto la mondanità ed incarnava in pieno lo spirito dell’alta società di quegli anni. La prima sede dell’azienda fu a Milano in via maiocchi , cui segui nel 1952 la sede storica di via Bono Cairoli.

Back to top ↑

COSTUMI DA BAGNO

In un pomeriggio d’estate, sulla spiaggia, Pasquale Celli ebbe un’intuizione: le donne e gli uomini, ingabbiati in costumi da bagno castigatissimi con maniche lunghe fino ai polsi e pantaloni fino alle caviglie, andavano liberati. Gli venne l’idea di rivoluzionare il costume da bagno: tagliò pantaloni e maniche, creando un modello che per molti fu uno scandalo.

Back to top ↑

CALZE

Ma fu dopo la seconda guerra mondiale che Pasquale Celli ebbe l’intuizione più importante: usare i telai delle calze per realizzare una maglieria finissima. All’epoca infatti oltre ai costumi e ai pullover Avoncelli fabbricava anche calze, su telai molto sottili. Grazie a questa intuizione nacque la maglieria ultra leggera, una grande innovazione nel campo della maglieria mondiale. Per ottenere questa leggerezza con materiali pregiati come il cashmere, Avoncelli si staccò dalla produzione classica inglese di cachemire cardato grosso ed inventò un filato composto da cashmere e seta che veniva tessuto su telai a 36 gauges, macchinari straordinari rimasti insuperati.

Back to top ↑

MAGLIERIA

Negli anni ’50 Avon Celli sbarca nel mercato statunitense, grazieall’intraprendenza di Giuseppe Battaglia, un imprenditore calabrese titolare di una prestigiosa boutique a Milano.
Dopo essere stato un pioniere del product placement ante litteramregalando le maglie di Avon alle celebrities che alloggiavano a Villad’Este, Battaglia decide di presentare il marchio in America conuna modalità tanto singolare quanto sorprendente: girando per lepiù importani città americane a bordo di un camper, dove invita i principali buyer e clienti a gustare un piatto di spaghetti cucinati da sé, unendo così, in modo assai scaltro, due delle più rinomate eccellenze italiane: moda e pasta.

Back to top ↑

HOLLYWOOD CELEBRITIES

In breve tempo le collezioni Avon Celli divennero uno status-symbol elitario per i principali personaggi del mondo del cinema e dello spettacolo a Hollywood, così come della cultura e del jet-set a New York.
Durante il corso degli anni, Avon Celli ha conquistato nomi famosi del calibro di Frank Sinatra, Gary Cooper, Ronald Reagan, Clark Gable, Grace Kelly, Re Hassan II del Marocco, Sophia Loren e Gianni Agnelli. La tradizione narra che anche Picasso amasse dipingere indossando le polo in maglia a righe Avon Celli.

Back to top ↑

YVES SAINT LAURENT

Una delle stelle più luminosa nel firmamento degli stilisti fu senz’altro Christian Dior. Con lui Pasquale Celli fece la prima licenza nel 1955. Per il suo straordinario talento Avoncelli produsse abiti e maglieria per due anni, proseguendo poi il lavoro con i suoi delfini, Gaston Berthelot e Yves Saint Laurent.

Back to top ↑